5 trucchi per vivere in un monolocale

domenica 25 febbraio 2018



La scorsa settimana è uscita su Houzz una foto-intervista che parla un po' di me e un po' della mia casa. Vi ho tenuto un po' sulle spine lo so, ma alla fine sono riuscita nell'ardua impresa di svuotare tutti gli scatoloni e sistemare il mio piccolo nido qui a Milano. Trovare una casa che mi appartenesse come stile e concetto di vita è stata una delle cose più complicate degli ultimi anni, ma quando sono entrata per la prima volta in questo piccolo loft ho creduto da subito che fosse stato realizzato per me. Stile e dimensioni, tutto combacia perfettamente con la mia vita e tutti i bellissimi commenti che avete lasciato sotto questo articolo dimostrano come quella sensazione non sia  solo la mia. (guarda/leggi tutta la mia casa su Houzz)

"E' proprio un un nido. Tutto si muove in un abbraccio. Non solo l'arredo, ma anche i dettagli accolgono e inteneriscono. Ci sono piccoli messaggi ovunque: sui quadri, su cuscini e perfino nella piccola bacheca turchese in cucina. Dettagli che parlano d'amore e speranza. E poi le piante, piccole, grandi e sopratutto grasse , quelle che sanno sopravvivere a tutto. Mi piace questa casa. Mi è sembrato quasi parli di ogni donna d'oggi. "


A leggere questo commento mi sono commossa, è la mia storia e sapere che molti di voi ci sono entrati con piacere e delicatezza non può che rendermi felice. Ma superando lacrime e felicità veniamo al dunque di questo post. Tra i commenti la domanda più frequente sembra essere: come fai a vivere in un monolocale, per di più con un bambino? Oggi provo a rispondervi svelandovi cinque trucchi che mi hanno aiutato ad organizzare la mia casa e viverla al meglio. 


DIVERSI SPAZI IN UN UNICO SPAZIO
Regola n.1:  per vivere bene in un monolocale bisogna che questo sia stato progettato bene. Il mio grazie va al collettivo Lascia La Scia che in questo lavoro di ristrutturazione ha saputo sfruttare e ottimizzare lo spazio in un modo a dir poco eccezionale. Nelle piccole quadrature è fondamentale dividere otticamente lo spazio in modo che l'ambiente unico sia nettamente suddiviso in spazi funzionali. La cucina, l'area relax e la zona notte sono tutti in una stessa stanza eppure, grazie all'uso di materiali, altezze e partizioni, sembrano ambienti totalmente divisi tra di loro. Questo evita a sensazione di sentirsi in uno spazio troppo piccolo perché consente la fruizione di tutti gli spazi. Io ad esempio non lavoro mai sul tavolo da pranzo, avendo a disposizione la scrivania preferisco utilizzare sempre lo spazio dedicato alla sua funzione in modo che non mi sembri di essere sempre nello stesso posto.


ARMADI CONTENITORE
Fondamentali all'organizzazione della vita in un monolocale sono gli armadi, possibilmente a tutta altezza e perfettamente organizzati. Ogni cosa deve avere il suo posto, in modo che sia sempre facile tenere gli spazi di vita sgombri dalle troppe cose di cui siamo ormai abituati a circondariaci. I miei preferiti sono due: la cappottiera  che contiene anche l'attrezzatura per lo stiro e l'armadio dei giochi. L'idea dell'armadio dei giochi ho letto che vi è molto piaciuta! Sto provando ad insegnare a mio figlio a non lasciare le cose in giro, perché lo spazio è piccolo ma anche perché odio quelle case in cui i bambini monopolizzano lo spazio vitale della famiglia. Cosi in questo spazio tutto suo lui può riporre le sue cose (anche se in disordine) e poi tirarle fuori all'occorrenza. 




SFRUTTARE L'ALTEZZA
La possibilità di sfruttare l'altezza è una fortuna e quando questa c'è non dobbiamo dimenticarci che diventa il nostro alleato migliore per ottimizzare lo spazio. Nel mio caso si è riusciti a ricavare la zona notte grazie ad un arredo fisso interamente in legno che, sfrutta lo spazio sotto la scala per gli armadi. Un'eccezionale idea per duplicare lo spazio e avere maggiore spazio per contenere.


TUTTO IN ORDINE
La parola ordine è la chiave di lettura di ogni monolocale. Solo uno spazio ben ordinato ti consentirà di non sentirti soffocare. Come fare se poi non si ha molto tempo da dedicare alle pulizia? Basta organizzare, avere pochi scaffali a giorno e tante ceste. Io nelle  varie scatole sistemo e divido le carte del lavoro dalle bollette, gli attrezzi, le riviste, la posta urgente, ogni cosa ha un proprio contenitore.


ARREDI CONVERTIBILI
Fondamentalmente credo che per vivere bene in un monolocale bastino tre arredi convertibili: un letto contenitore, un divano letto e un tavolo allungabile. Sono tre elementi che salvano la vita. Il letto contenitore è fondamentale per riporre tutta la biancheria per la casa, è praticamente un altro armadio, però orizzontale e proprio come questo va pulito e riordinato ad ogni cambio di stagione. Ospiti in arrivo? Nessun problema, ho due posti letto in più e un tavolo allungabile che mi consente di festeggiare anche i compleanni del mio bimbo! Ma io ho un asso nella manica: una scrivania con piano girevole che posso aprire e chiudere all'occorrenza. E' bella e funzionale e mi consente in pochi metri quadrati di avere uno spazio per scrivere e disegnare anche da casa. Nel mobile a fianco c'è nascosto tutto il materiale da lavoro compresa la mia stampante. 


Backstage  Arch.Laura Berni
Progetto d'interni Lascia La Scia
Styling Makeyourhome


Roberta Borrelli | makeyourhome.net 



Nessun commento :

Posta un commento

Copyright © 2017 MAKEYOURHOME
Web Savvy Designs. Out of the FlyBird's Box.