In quella casa si respirava aria di primavera, sempre anche in pieno inverno. Piccola era piccola, ma dentro conteneva tutto il loro mondo: le notti insonni, le coccole nel lettone e quei piedini cosi teneri. Chi l'avrebbe mai detto che la vita di quei due sarebbe cambiata così radicalmente. A tirar tardi erano già abituati, loro, sempre in giro, la musica, gli amici, le serate alcoliche. Quando si erano conosciuti, Corrado viveva già li, si era innamorato di quelle grandi finestre da cui poteva osservare i passanti, la città che cambiava, le giornate grigie, le domeniche assolate. Il tavolo lo aveva voluto  grande, ci passava le sere con gli amici che spesso bussavano ad ora di cena; a lui piaceva cucinare e parlare e raccontare, così  quella casa così spoglia, si trasformava in un covo di uomini affamati di vita. E poi un giorno era arrivata lei, di quelle che dici meglio che non ci penso altrimenti finisco per perderci la testa. Francesca era speciale, proprio come lui, una vita in viaggio e un mare dentro difficile da raccontare.  Seguirono incontri surreali e distanze infinite. 


Nessuno era pronto a rinunciare ai propri spazi eppure, giorno dopo giorno, le loro vite si erano mescolate fino a diventare una sola. E lei, pian piano, senza turbare quello spazio così rigidamente costruito, aveva costruito piccoli angoli di felicità. Un cuscino alla finestra gli era sembrato perfetto per le sue  serate: un libro e un tè caldo le facevano compagnia osservando le luci di una città che non dorme mai. E poi aveva portato un po' di colore su quel letto in cui amavano passare intere domeniche pomeriggio a ridere e raccontarsi quel grande sogno, che un giorno poi chissà forse avrebbero realizzato. Si erano tanto divertiti quell' estate, zaino in spalle, in giro per l'Europa,  desiderio di evasione, libertà, stimoli e novità. Non erano di quelle coppie che litigano per qualsiasi cosa, loro erano felici. E poi qualcosa d'inaspettato. Come lo avrebbero accolto nelle loro vite. Non lo avevano previsto. Si erano  disabituati a tutto quanto potesse essere definitivo. La casa, il lavoro, l'amore tutto era un continuo cambiamento, era questo il segreto che li aveva resi così uniti. Ma non potevano rinunciare a questo nuovo viaggio. E così misero fiori alla finestra sognando che fosse maschio. 


Le storie della rubrica Home&Stories sono tutte di fantasia, sono solo piccole favole.

Credits Photo | Decor8blog
Roberta Borrelli | makeyourhome.net

4 commenti

  1. che delicata questa piccola favola !

    RispondiElimina
    Risposte
    1. E' bello sapere che vi piacciono. Presto preparerò un piccolo e-book in cui raccoglierle tutte!

      Elimina
    2. che bell'idea! grazie, sarà un piacere leggerle. complimenti per i tuoi lavori meravigliosi. Aleyogi66

      Elimina

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page