MAKEUOURHOME | Questo mese volevo parlarvi di donne, di progetti belli, di chi non perde l'entusiasmo verso le proprie passioni; mentre preparavo l'editoriale ho pensato subito che sarebbero state perfette per la rubrica PEOPLE. Ma di chi vi sto parlando? Facciamo un passo indietro. Settembre, HOMI Milano, passeggiavo facendo come al solito qualche chiacchiera con le aziende che ormai conosco da tempo e cercando con lo sguardo qualcosa di nuovo che mi entusiasmasse. Vedo da lontano uno stand molto colorato, di quelli che attirano l'attenzione perché sono proprio belli. Cuscini, calzini, e una serie di oggetti che mettono allegria.  Chiacchiero un po' (anche qui, parlo troppo lo so), conosco Elena, scopro che lavora in coppia con Marta e che vengono da Valencia. Tornata a casa cerco subito i loro profili (Facebook - Instagram) e il loro shop online, non voglio perderle di vista. E' tramite i social che conosco Paola, seguono lunghe e divertenti telefonate, in cui si parla di lavoro, ma anche di amicizia ed io, sempre più curiosa di conoscere chi si nascondesse dietro il motto "Happy products for happy people", le propongo di realizzare un'intervista.  Paola è volata a Valencia per rincontrare Elena e Marta e raccontarci del loro UO*. Chi è Paola? Lo scoprirete solo leggendo...



PAOLA | Sono con Elena a Valencia nel nostro studio adiacente al mercato di Ruzafa, una zona vibrante e piena di vita della città. Elena in jeans e maglietta, sua divisa giornaliera, mi racconta dell'inizio di UO* emozionata da questa prima intervista per un blog italiano. E' seduta accanto a me e a volte ripercorrendo con la mente questo percorso, cammina nel cuore dello studio, una stanza con molte finestre e piante sospese. Sono le 15:00  e il sole a Valencia si staglia luminoso sulle scrivanie. Mentre le altre disegnatrici sono in pausa pranzo nella stanza accanto (si, a Valencia si pranza molto tardi), ci prendiamo un momento per noi e le porgo le domande di Roberta:

Parlatemi di voi. Chi si nasconde dietro UO*


ELENA | Con Marta abbiamo fondato UO* esattamente cinque anni fa, nel marzo del 2012. Siamo amiche, architette e fanatiche del mondo del disegno. Ci siamo conosciute all' Università Politecnica di Valencia e fin da subito le nostre menti funzionavano come un puzzle. Gli esami più difficili per me, Marta li superava con voti alti, e viceversa quelli più ostici per lei per me erano più semplici. Le nostre menti funzionavano bene insieme perché siamo assolutamente diverse. Marta più razionale, perfezionista, sensibile. Io invece più creativa, entusiasta a volte disorganizzata.


Come si è evoluta la vostra creatività? Mi spiego meglio: com'è che un giorno due amiche/colleghe hanno deciso di creare un piccolo spazio, appendice del loro studio di architettura?


ELENA | UO* è un'iniziativa nata quasi senza rendercene conto. Quando ci siamo laureate fondammo ARQUO, un piccolo studio architettura. Ma le cose non andavano bene, come per tutti. E così valutammo la crisi del 2011 come una crisi delle opportunità, nella quale abbiamo voluto creare la nostra. D'altronde iniziammo l'Università volendo diventare architette ma sopratutto volevamo essere disegnatrici. Di spazi, di mobili, di inviti, di stanze, di regali, eventi e celebrazioni speciali... Guardare da un'altra punto punto di vista la nostra formazione, saperla sfruttare in un'ottica differente. Nei primi mesi nel nostro studio avemmo un incarico per installare estintori in un garage. L'architettura era per noi grigia e slegata al mondo del disegno. Così unite dall' emozione che ti da dedicarti  a ciò che più ti piace, creammo UO*, una parte più creativa all'interno del nostro studio con la voglia di fare le cose bene, con disegno, con cura e con attenzione ad ogni dettaglio. Lanciammo online per l'estate la nostra collezione di braccialetti "Contigo al quinto pino" che fu subito un successo. L'inverno poi decidemmo di produrre due modelli di calzini "Levantate con el pie derecho" e " Contigo en cado paso" che ci regalarono un monte di gioia grazie a tutte le persone che si sono innamorate dei nostri prodotti.



Sono curiosa, leggendo la vostra biografia ho subito immaginato quello splendido balconcino fiorito, visto che in questo spazio si parla di case,  non posso non domandarvi com'era quell'appartamento valenciano in cui è nato tutto?


ELENA | Il nostro appartamento era a Benimaclet a Valencia, un piccolo quartiere di studenti che però conserva l'essenza di un paese essendo stato agglomerato dall'espansione della città. L'appartamento era della famiglia di Marta, apparteneva alla nonna, i suoi genitori le diedero la possibilità di dargli nuova vita. Per noi, quasi alla fine dei nostri studi, ci sembrava un sogno! Potevamo creare una casa come ci piaceva, sperimentare il nostro essere architette per la prima volta. Marta impazzisce per tutte le cose create con le mani: tagliare, dipingere, scartavetrare. Dipingemmo i muri con colori vivi, ma lasciammo spazio anche al bianco. Riempimmo la casa di piante, fiori. Un po' come il nostro studio in foto. Volevamo riempire l'appartamento di allegria, così creammo degli adesivi in piccoli angoli della casa che strappassero un sorriso e uno più grande nel corridoio d'ingresso che facesse sentire le persone accolte "Estas en tu casa". Realmente dovevamo cercare anche delle coinquiline, conoscemmo così Erika e Paola, italiane doc e piene di vita. La casa era come un cammino verso il soggiorno esposto  a sud, con una grande vetrata senza persiane e tende dalla quale entrava la splendida luce della nostra città. Arredammo così il balcone, come fosse un giardino per renderlo vivo ed accogliente. un luogo nel quale uscire, stare bene e sorseggiare una tisana italiana.



"Happy products for happy people", i vostri prodotti si contraddistinguono perché lanciano messaggi di grande positività, di cui tutti abbiamo un gran bisogno. Da cosa nasce questo desiderio di trasmettere gioia ed ottimismo?


ELENA | Disegniamo regali per noi e crediamo che non ci sia cosa più bella che fare un regalo. Un regalo in se è un gesto di felicità, no? Con Marta dedicavamo sempre molto tempo per creare e comporre un regalo unico e speciale per noi. Piccole polaroid di ricordi in una scatola piena di caramelle. Tappi di Coca-Cola dipinti su cui scrivere i nostri desideri e regalarli per strappare un sorriso o donare un piccolo sogno.


Da dove è nato il desiderio di creare prodotti anche per l'Italia?


ELENA | Sentiamo l'Italia come un paese a noi vicino, a livello di gusti, di stile di vita. Sognavamo di  fare un Erasmus a Bologna, il Mediterraneo e la gioia di vivere ci unisce. Fin  dalla nascita di UO* la nostra amica Paola, che in Erasmus a Valencia ci conosce da quando tagliavamo adesivi a mano, ci spronava ad attraversare i nostri confini, dicendoci che non esistevano prodotti simili in Italia. Così è stato spontaneo creare nel nostro studio, insieme a Paola, la prima collezione italiana di UO* che abbiamo presentato ad HOMI. Come i calzini e i cuscini "Conquista i tuoi sogni", best seller della collezione.

Domanda di rito, che rapporto avete con l'informazione digitale: magazine online, blog e social network in generale?


Per noi è vitale. In Italia è Paola che si occupa della comunicazione e molte persone si stanno unendo a noi sui social. Creiamo messaggi quotidiani adatti al nostro pubblico, che sono donne come noi, amanti della decorazione d'interni e delle cose belle, con un tocco differente. E così siamo davvero felici di essere in un blog come il tuo. Una persona che ha gusto e alla quale piace UO* per noi è il TOP! Grazie Roberta!

MAKEYOURHOME | Wow, ma grazie a voi, credo sia la più bella storia mai raccontata (ed è vera). In bocca al lupo a tutte le donne come noi che fanno della creatività e della forza di volontà un bellissimo mezzo per realizzare i propri sogni.

PHOTO CREDITS | UO* ESTUDIO 
Roberta Borrelli| makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page