Da quartiere operaio a distretto del design e dell'innovazione, sono trascorsi solo otto mesi da quando l'ex Ansaldo, nel cuore di Tortona, si è trasformato in un grande contenitore culturale,ed è proprio il suo nome a raccontarci cosa c'è dietro. BASE come fondazione, l'inizio di qualcosa di nuovo, ma anche supporto che fa stare con i piedi per terra. Concettualmente è un luogo che, per un architetto sempre in viaggio e alla ricerca di nuovi stimoli come me, crea una certa attrazione. Quando entri lo capisci subito che si respira aria di innovazione   e creatività, senza strafare. Ci sono gli eventi, gli spazi dedicati al co-working e il meraviglioso ostello di recente apertura.  Entro, mi guardo intorno, c'è design ovunque, nessuno direbbe mai che è low cost. 
Una nuova formula di accoglienza, personalizzata e accessibile, per sentirsi bene come a casa; un design mix vintage e contemporaneo; dieci camere e una sala comune immerse nell'ambiente creativo e internazionale di BASE  Milano. 




Bellezza e "lusso" insieme, per "tutti”, afferma Stella Orsini di h+, che ha curato l’interior design, è un luogo alla portata di ogni ospite, dallo studente all’imprenditore, dal creativo allo startupper, dal musicista all’artista.
casaBASE è anche un laboratorio di design d’interni, dove si sperimentano nuovi mix di stili. Pezzi di modernariato anni ’50-’60 si affiancano agli arredi messi a disposizione da Vitra, grazie ad una partnershio con il prestigioso brand, e a quelli disegnati appositamente e realizzati artigianalmente da Mezzo Atelier e da Leftover nella falegnameria residente di BASE Milano. Sedie e lampade, ricercate ma anche divertenti e curiose, convivono nelle camere con altri arredi dal design contemporaneo, letti singoli, doppi e a castello, panche, comodini, sgabelli e scrivanie.




Tutte le stanze sono affacciate su un lungo corridoio illuminato da lampade come moderne torce di un castello contemporaneo. I pavimenti sono realizzati con cementine esagonali nei tre classici colori - rosso, bianco e grigio - provenienti dall’antica fabbrica siciliana Tomasello. Per dare alle stanze personalità e comfort, ciascuna è stata dipinta di un colore diverso, tutti colori profondi e polverosi, dai nomi fantasiosi, del famoso produttore inglese Farrow & Ball. Tende di lino filtrano la luce delle grandissime finestre e regalano la privacy necessaria.
Nella sala comune, una piccola cucina, un tavolo per colazione e una zona lettura sono a disposizione degli ospiti. La sala comune si affaccia sul divertente corridoio di emergenza, un inaspettato tunnel interamente dipinto di giallo shocking, provvisto di un curioso oblò da cui sbirciare la lounge al piano terra di BASE Milano







Se avete voglia di entrare in un vero e proprio ecosistema creativo,  questo è il posto giusto. Ah dimenticavo, le camere hanno prezzi variabili da 35 euro a 135 euro, da non credere. 

Roberta Borrelli | makeyourhome.net
Credits | BASE Milano

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page