Come ogni anno l'autunno comincia con un appuntamento obbligato: il CersaieSalone Internazionale della Ceramica per l'Architettura e dell'Arredobagno di Bologna, apre le porte ad architetti, addetti ai lavori e curiosi, per presentare tutte le novità del settore.  Rivestimenti dal gusto sartoriale, effetti materici, marmi e decorazioni gioiello, ve lo dico subito, è stata un'edizione incentrata sull'eleganza. Un nuovo classico, con molte ispirazioni retrò, che recupera materiali come il marmo e le pietre e porta in bagno la texture tessile, con palette cromatiche sempre più neutre e delicate. 
De Castelli partecipa per la prima volta al Cersaie, presentando l’ampia collezione di superfici per pareti e pavimenti, indoor e outdoor, realizzate con i metalli e le inedite finiture che l’azienda produce. Bellissima la collezione Vertical green ispirata alle foglie di vite americana, in tutte le nuance del rame.



Ceramica Sant'Agostino dopo aver introdotto nel settore ceramico l'effetto tessuto, propone l'evoluzione di questo mood con il lancio della collezione Tailorart: il grès porcellanato incontra il mondo della moda con raffinatezza estetica, esclusività stilistica e forza materica.

+ART=tecnologia industriale+spirito ARTistico+maestria ARTigianale

Anche Bisazza propone nuovi pattern in mosaico ispirati ai tessuti tartan e firmati da Ferruccio Laviani. Una rivisitazione, in chiave pop, della più classica delle trame per maglioni e coperte.



Anche quest’anno le maggiori aziende presentano, grazie a tecnologie di stampa digitale sempre più avanzate, fedeli riproduzioni di marmi rari e preziosi che abbinano al lustro di un materiale prestigioso la praticità e la resistenza della ceramica, declinata in molteplici formati.

Come nel caso di Graniti Fiandre che con la collezione Marble Lab in grès porcellanato  propone dieci tonalità purissime, scelte tra le varietà di marmi più raffinate.

Mentre, con uno stand che ricorda il loft di un fotografo Fap Ceramiche, conferma la tendenza al recupero  del piccolo formato, in generale, e di quello esagonale, in particolare. 


La Ceramica Francesco di Maio ha ottenuto la licenza originale per la riproduzione di 30 decori in bianco e blu che Gio Ponti realizzo negli anni sessanta per l'Hotel Parco dei Principi di Sorrento.Li ripropone oggi con i medesimi smalti,supporti e colori, nel segno della continuità della tradizione ceramica campana tra passato, presente e futuro. 

Si sono visti colori tenui, decori tridimensionali e texture puntiformi che trasformano le pareti del bagno, ricordando un gusto retrò. Ma anche un bagno che si adatta alle moderne necessità, un luogo in cui è possibile ritagliarsi un momento da dedicare esclusivamente a se stessi.
Insomma,  se state cercando un nuovo rivestimento per il vostro bagno, sappiate che c' è solo l'imbarazzo della scelta!

Roberta Borrelli|makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page