In occasione della Fall Design Week, mi sono concessa una pausa dal lavoro andando in giro per Milano a scovare qualche posticino carino (scoperto in rete), di nuova apertura. Volevo raccontarveli perché sono davvero unici: luoghi in cui si respira aria di novità, creatività e sostenibilità.Insomma quel design che tanto ci piace e che finalmente diventa alla portata di tutti.

MOLESIKINE CAFE'- Corso Garibaldi 65, Brera 
Un mix inedito tra bistrot, caffè, galleria, co-working, cartoleria, libreria. Linee pulite, colori pacati, come le pagine color avorio e la copertina nera di un taccuino Moleskine.





Persone che lavorano in silenzio o leggono sedute agli sgabelli del tavolone comune al pianterreno. Tavoli da due per pranzi di lavoro, meeting informali, chiacchiere tranquille tra amici. Un banco espositivo e scaffali per ammirare e testare le collezioni Moleskine. Io ci ho lasciato il cuore.







NIKE LAB-via Statuto 18,Brera
NikeLab ST18 è la nuova meta che offre il meglio delle innovazioni, dei servizi e delle esperienze uniche Nike. Progettato per stimolare scoperte inaspettate,  presenterà una collezione di prodotti pinnacle Nike che costituiscono il punto d’incontro tra sport e stile.





Prendendo ispirazione dalla solida etica di progettazione del prodotto Nike, il nuovo spazio NikeLab ST18 raggiunge il massimo livello di performance con il minimo impatto ambientale. Grazie ad Arthur Huang, fondatore di Miniwiz, specializzato nel ridare vita a materiali di scarto che, in collaborazione con i designer Nike, ha realizzato  strutture da esposizione di alluminio riciclato e pianali realizzati con Nike Grind, mentre gli impianti a muro sono costituiti da parti di computer riciclate.




Gli impianti e i materiali utilizzati sono stati progettati modulabili, quindi versatili e flessibili per un più semplice utilizzo nello spazio. A connotare lo spazio come luogo di sport è un intricato motivo intarsiato dal laser sulle assi di legno di quercia del pavimento preesistente e recuperato. Il disegno si ispira ad una interpretazione dei dati relativi al movimento della falcata di un runner. 






CASA BASE-via Bergognone 34, Tortona
Qui non ci sono ancora stata in realtà, ma è nella mia lista dei posti dove dormire e da andare a vedere subito. Un ostello di design con costi accessibili non posso farmelo scappare. Dieci stanze doppie o quadruple, con o senza servizi privati, luminose e accoglienti, tra arredi vintage Anni 50 e 60 e pezzi di design di Vitra e dello studio libanese PSLA. Ma anche letti, panche, sgabelli, scrivanie disegnati ad hoc dai designer italiani di Leftover e Mezzo Atelier.




Il design degli interni, a cura di h+, unisce combinazioni vincenti: tra spazi dai colori sgargianti e spiccatamente contemporanei e scelte rétro come l’utilizzo delle tradizionali cementine esagonali. I prezzi vanno da 35 a 125 euro.



Casa Base fa parte di Base Milano, nuovo spazio co-working e polo culturale e creativo nato dalla riconversione dell’ex Acciaieria Ansaldo, nel distretto di via Tortona. 





Credits Moleskine Café
Credits NikeLab
Credits Casa Base Milano

Roberta Borrelli|makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page