Lasciata Parigi eccomi di nuovo qui a raccontarvi di case e design. Ricominciamo  proprio da una piccola mansarda parigina. Il mood è  quello della città dell'amore,le dimensioni chiaramente piccole, come questa città insegna, ma in 25 mq Marianne Evvenou ci ha fatto stare tutto. 






Il progetto parte da zero facendo tabula rasa dell'esistente. Pauline, la proprietaria, desiderava una cucina spaziosa per accogliere gli amici così si è deciso di recuperare l'intera altezza del sottotetto e sistemare il letto a soppalco. Per la cucina è stato scelto un bancone di marmo lungo e lussuosoche nasconde gli elementi contenitore e al tempo stesso collega l'angolo cucina e la zona living. Il bagno, piccolissimo ma funzionale, è chiuso da una porta scorrevole.  
Il tutto risulta accogliente e pratico. C'è anche uno spazio dedicato al lavoro e un piccolo angolo lettura sotto il lucernario per veder passare le nuvole. Nonostante le piccole dimensioni insomma tutto è stato studiato per rendere questa casa adorabile.





I dettagli fanno senza dubbio la differenza: dalla scaletta in legno   alle tende a righe che nascondono il guardaroba e attirano lo sguardo verso la zona relax sul soppalco. le travi in legno a vista sono elementi architettonici davvero notevoli che separano le due aree del soppalco. 
Il pavimento, però,  è sicuramente l'elemento decorativo più di spicco ed è stato realizzato a mano da Pauline che, con infinita pazienza, ha dipinto le diverse sezioni. 






L'accostamento di due colori contrastanti su una parete è un'espediente decorativo molto utile per creare l'illusione che il soffitto sia più alto. In questa cucina l'ametista àncora la parte inferiore della parete, mentre il bianco nella metà superiore guida lo sguardo verso l'alto.  

Così è come se mi fossi trattenuta un giorno in più a Parigi!

Credit:My Paradissi
 Roberta Borrelli | makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page