Yardhouse, Stratford, Londra


Come vuole Pantone rimango sui toni pastello ma, per raccontarvi oggi di un progetto che mi ha da subito entusiasmato. I motivi sono abbastanza chiari: la facciata così colorata lascia a bocca aperta la bambina che in me e non da meno, il fatto che la struttura sia   destinata a spazi creativi. Un laboratorio, insomma,   pensato  per designer ed artisti. Dimenticatevi gli spazi di coworking tranquilli, con tante scrivanie ordinate, qui parliamo di un luogo disordinato, rumoroso, tattile e sperimentale. 





La disposizione interna degli spazi riflette l’aspirazione di creare un ambiente di lavoro socievole e collaborativo. Yardhouse, questo il suo nome, è organizzato come una semplice struttura a 2 piani e 3 navate, per un ingombro di 12m x 12m, con una superficie totale interna di 250 mq. Le navate laterali servono come spazi di studi, ripartiti dal telaio strutturale in sedici spazi di 12 mq ciascuno. Gli spazi sono forniti senza partizioni, ma gli utenti sono liberi di adattare il proprio ambiente combinando le unità adiacenti o chiudendosi per una maggiore privacy. Lo spazio centrale a doppia altezza serve per la circolazione e come area di lavoro comune. La struttura principale è costituita da un telaio in legno chiuso con pannelli isolanti.


Costruito a soli 291 £ / m², il progetto diventa prototipo di nuovi spazi di lavoro di alta qualità a prezzi accessibili, in parole semplici l'utente fiale potrà affittare il suo spazio di lavoro ad un prezzo davvero conveniente.



Sembrano delle squame di un pesce dai mille colori e invece sono piastrelle decorative in cemento realizzate a mano in loco. Ecco diciamo che il posto in cui mi piacerebbe andare a lavorare la mattina.

Credit:Assemble
Roberta Borrelli | makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page