C'era una volta la tappezzeria e io, che sono nata negli anni '80, ne so qualcosa; la casa dei miei genitori, realizzata dieci anni prima ne era piena, ogni stanza aveva la sua, giallo, verde, turchese, un vero tripudio di colori. Quando cinque anni fa ho ristrutturato lo stesso appartamento che sarebbe poi diventata la mia casa attuale,  ho dovuto  rimuovere tutta quella carta da parati presente, a saperlo, che sarebbe tornata di gran moda, mi sarei davvero risparmiata una gran fatica! La finitura più in voga negli anni '70 , infatti,  ha avuto in questi anni un nuovo boom dovuto sicuramente al grande successo dello stile nordico con i suoi pattern geometrici ma anche ad un ritorno dello stile vintage. Io li amo entrambi e l'uso della carta da parati mi aiuta moltissimo a rendere l'effetto più scenografico. E' vero magari è un po' più costosa della classica tinteggiatura ma volete mettere  l'effetto? Per me è  straordinario, riesce davvero a trasformare una stanza in modo radicale.





Le moodboard di questo mese provano a mettere in risalto quest'aspetto. In bianco e nero o in tonalità  pastello credo che concorderete con me, la carta da parati riesce a rendere davvero originale ogni ambiente della casa esaltandone i dettagli o caratterizzando pareti che altrimenti resterebbero anonime. La tendenza infatti è proprio quella di usarla si, ma con moderazione.



Le stampe possono essere varie, dalle classiche righe verticali ai pois, dai motivi geometrici a vere proprie opere d'arte dipinte a mano. Certamente la novità degli ultimi anni è stata rappresentata dalla riproduzione degli effetti materici. Legno, cemento, mattoni si imprimono sulle pareti attraverso le tappezzerie viniliche e il risultato vi assicuro è davvero realistico.
Dopo la milano design week 2015 ne sono sicura, ormai è wallpaper mania! 

Roberta Borrelli|makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page