Mai come in questo periodo le nostre case si aprono all'esterno, vivendo quegli spazi che non sono altro che estensioni naturali della casa. Portici e verande diventano il nuovo living outdoor.  Spazi, a metà tra l'interno e l'esterno,che ci permettono di godere dell'ambiente che ci circonda pur rimanendo riparati. Se avete il desiderio di realizzare uno di questi spazi ma non sapete come orientarvi, oggi vi do qualche consiglio con un accento green per rendere la vostra casa più sostenibile.



Il portico e' una struttura a pianta rettangolare addossato ad un'altra struttura architettonica di cui puo' considerarsi parte integrante;e' aperto sul lato esterno e sorretto da colonne o pilastri, mentre all'altro lato corrisponde un muro continuo. 
E' una piccola oasi dove rilassarsi e ricevere gli ospiti  e, come un in un soggiorno tradizionale è necessario scegliere accuratamente il modo di arredarlo. Non potranno mancare comode sedute: sedie in vimini, chaise longue, panche in legno e un tavolo per mangiare all'aperto. Tendaggi, tappeti e cuscini serviranno invece a creare l'atmosfera. Ricordate di scegliere materiali resistenti all'umidità  e agli agenti atmosferici e tessuti impermiabili per garantirne la durata. 

Se il desiderio è invece quello di godere di questi spazi durante tutto l'anno, potreste  realizzare una veranda, sfumando così il confine tra interno ed esterno. La veranda è un sistema strutturale molto simile al portico con la differenza di essere chiuso attraverso vetrate chiuse, aperte o scorrevoli. Questo permette di aggiungere volume alla propria abitazione realizzando uno spazio molto luminoso che può essere utilizzato non solo come living. La cucina in veranda ad esempio ha sicuramente un fascino irresistibile con la possibilità di far crescere più facilmente anche le nostre piantine aromatiche. Ma anche l'home office, sistemato in veranda è molto suggestivo, ci permette di lavorare in uno spazio particolarmente luminoso oltre che di creare soluzioni di design molto particolari. (leggi anche c'era una volta la veranda, Ricavare lo studio nella zona giorno)




Esiste inoltre un sistema sostenibile che oltre a realizzare uno spazio godibile durante tutto l'anno funziona anche come alleato per il risparmio energetico della vostra abitazione. Le serre bioclimatiche sono delle verande capaci di catturare energia solare contribuendo al riscaldamento dell'abitazione. Allo stesso tempo, attraverso sistemi di ombreggiamento, oscurazione e ventilazione, le serre bioclimatiche contribuiscono a mantenere l’abitazione fresca durante l’estate e aumentano la superficie vivibile dell’abitazione. Per ottenere questi effetti, però,  dovranno essere costruite secondo determinai principi di esposizione e con tecniche e serramenti indicati, per evitare che l’effetto ottenuto sia opposto a quello desiderato. A tal fine, il permesso per la realizzazione della serra solare è subordinato a determinate perizie in loco e calcoli sulla riduzione del fabbisogno energetico legato alla climatizzazione dell’ambiente da affidare a esperti del settore.  
Conosciamo insieme questa straordinaria soluzione di edilizia biocompatibile che dota l’edificio o l’abitazione di uno spazio funzionale, di una soluzione green per il risparmio energetico ma anche di un ambiente altamente suggestivo e godibile tutto l’anno,  attraverso l'infografica offerta da Baltera, che risponde a cinque tra le domande più frequenti. Se stiamo realizzando una nuova struttura, che ne pensate, meglio che sia sostenibile!

5 domande sulle serre bioclimatiche



Roberta Borrelli|makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page