Qualcuno oggi dirà "tu, e il tuo solito amore Berlino"!Eh si, vi racconto di un nuovo progetto della città tedesca,fedele al motto dal vecchio al nuovo. Ma cos'è Berlin Bikini? Berlin Bikini è uno dei pochi testimoni contemporanei ancora conservati della storia turbolenta di Berlino durante il periodo post bellico del 1950. Il complesso "Zentrum am Zoo", completato nel 1957 dagli architetti Paul Schwebes e Hans Schoszberger, è un simbolo del paesaggio urbano della Berlina Ovest.   Il nome deriva dal Bikinihaus, per i berlinesi degli anni cinquanta, l'architettura su due livelli, che oggi è completata vetrata, ricordava lora la nuova modo dei costumi da bagni di quel tempo, il bikini. Nel 2002 la società Bayerische Hausbau acquisisce il complesso e nel 2010 ne comincia la ristrutturazione che sarà completata nel 2013. 
Nello specifico il gruppo di  edifici   comprende: le Bikinihaus di fronte alla Chiesa della Rimembranza, la Große Hochhaus (grande grattacielo) sul Hardenbergplatz, il cinema Kino Zoo Palast, il più piccolo grattacielo conosciuto come il "Kleines Hochhaus" con il 25hours Hotel e un parcheggio. Il  BIKINI BERLIN, combina gli aspetti della vita come il lavoro, il relax, alloggio e divertimento con esperienze di shopping non convenzionali.  Diverso da centri commerciali regolari, si propone come Concept Mall, una raccolta di boutique attentamente curati e coordinati, concept e flagship,  così come offerte gastronomia e fornitori di servizi.










Il clou del progetto architettonico si trova sul retro della Bikinihaus e copre una superficie di 7000 metri quadrati: una terrazza con tetto verde di fronte al Giardino Zoologico. Sotto c'è la piscina con una superficie totale di 3300 metri quadrati. Questa zona è sede di un totale di diciannove BIKINI BERLINO BOXES: sistemi modulari flessibili in legno,  disponibili in cinque formati tra i 19 ei 39 metri quadrati e  un design volutamente minimalista. Questo eufemismo lascia massima libertà alle idee dei rispettivi inquilini e accende i riflettori sui prodotti che possono essere presentati.




Come parte del complesso edilizio di BIKINI BERLINO, l'innovativo 25hours Hotel apre il suo primo hotel a Berlino in Kleines Hochhaus (piccolo grattacielo) accanto al cosiddetto Elefantentor (Porta di Elephant) all'ingresso della città del Giardino Zoologico.


L'albergo nasce da un restyling firmato da un team di progettisti guidato dall'architetto tedesco Werner Aisslinger. Per l’occasione, lo stesso architetto ha disegnato la collezione adi arredi Bikini Island prodotta dal brand italiano Moroso. "La mia intenzione era quella di progettare relazioni e disegnare traiettorie per appropriarsi degli spazi che l’attualità dispone. Bikini è un paesaggio figlio del tempo e della società che lo esprime", racconta il designer. E così tavoli, sedute, mobili contenitori e complementi diventano elementi che favoriscono le dinamiche d’interazione tra gli ospiti. Il concept di design è olistico, inteso come un punto di incontro tra natura e cultura, una Urban Jungle. Il risultato è un rifugio nel quale ripararsi dalla frenesia della grande città che lo ospita con ambienti di relax e condivisione con angoli nascosti muniti di séparé e comode amache. Le 149 stanze sono state sviluppate sulla base di due grandi temi: giungla e urban. Le prime, affacciate sullo Zoo di Berlino con ampie vetrate, presentano interni accoglienti con rivestimenti neutri, mobili in legno e il verde delle piante. Al contrario, gli ambienti Urban L, dall'interior design più spigoloso e freddo (quasi industriale), godono di viste mozzafiato sui monumenti di Berlino Ovest. Gli ospiti troveranno in camera una bicicletta per poter esplorare la metropoli. Da un piano all'altro, si è letteralmente circondati dal verde, e anche in ascensore ci si ritrova improvvisamente dentro a una vera e propria foresta. La lobby è accogliente: perfetta per interagire, leggere, ascoltare musica su ampi divani, o connettersi a internet.
Al terzo piano, affacciato al verde del Tiergarten, un foyer con volumi che rimandano a un loft accoglie un chiosco, una bakery con forno a legna per spuntini veloci e pause caffè, tre sale riunioni e anche la reception rivestita con tegole turchesi provenienti dalla stazione di Alexanderplatz.I palati più raffinati, sempre all'interno della struttura, potranno degustare piatti tipici della cucina mediterranea al ristorante Neni o assaporare un cosmopolitan o un gin tonic al Monkey Bar con un angolo lounge completo di camino e una spettacolare terrazza panoramica.Per gli appassionati di benessere e fitness c'è la Jungle Sauna e Spa al nono piano oltre a una palestra per tenersi in forma anche in viaggio.









Credits:Elledecor, berlinbikini 
Roberta Borrelli|makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page