Questo progetto proprio non potevo lasciarlo andare, sono pur sempre un architetto e questa è una vera e propria rivoluzione sociale. Esploriamo finalmente  il primo palazzo prgettato in 3D. 3d Print Canal House, questo il nome dell' edificio ideato dallo studio Olandese Dus. 

 
Affacciato sull’acqua, a pochi minuti a piedi dalla stazione centrale di Amsterdam, tra un palazzo di vetro e un piccolo parco, sarà un’abitazione che nel look si rifà ai classici palazzi affacciati sui canali della metropoli olandese: stretto e alto, col tetto spiovente e tante finestre per avere più luce possibile. 
Avrà tredici stanze che verranno costruite pezzo dopo pezzo grazie ad un'enorme stampante 3D assemblata direttamente in cantiere. "Nel nostro ufficio già usiamo stampanti 3D per plastici e modelli dei nostri progetti. Così abbiamo pensato di usare questa tecnologia, che conosciamo piuttosto bene, per costruire una casa vera e propria", raccontano i progettisti. Nel cantiere, liberamente visibile al pubblico, si può vedere in azione la stampante che costruisce i pezzi della casa uno ad uno. Alta tre metri e mezzo, si chiama Kamer maker, letteralmente creatore di ambienti e rappresenta la nuova frontiera delle costruzioni sia per il livello di efficienza che per impatto ambientale. L'attuale materiale è un mix bio-plastico, solitamente usato come adesivo industriale, contenente il 75% di olio vegetale e rinforzato con microfibre. Tanti i vantaggi previsti: innanzitutto la riduzione drastica delle spese di cantiere, l' abbattimento di inquinamento e traffico e ancora la possibilita di poter facilmente sostiture, cambiare o personalizzare gli elementi di costruzione.


Insomma edilizia a KM0, la rivoluzione sociale più importante che averrà nei prossimi anni. Presto potremmo stamparci oggetti di ogni tipo, a casa, senza fatica e con un enorme risparmio energetico ed economico.


Roberta Borrelli | makeyourhome.net







Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page