Senza dubbio la mia stanza preferita, quella in cui inizia la giornata con il profumo del caffè, quella in cui si vive e si condivide, quella in cui (per chi è capace) si da sfogo alla propria creatività. E si la cucina è il cuore operativo della casa, legata al rito del cibo e della convivialità, diventa  luogo dell' ospitalità domestica grazie alla perfetta sinergia tra tradizione e innovazione.




In bianco e nero, full color, professionale, industriale, nei toni naturali del legno, ad ognuno il suo stile, l' importante è che sia versatile, multifunzionale, pratica. Nel nuovo modo di concepire questi spazi c' è molto più della semplice preparazione di un pasto: c' è la voglia stare insieme, di fare famiglia, di condividere sapori e profumi; non è solo il desiderio di dividere lo stesso ambiente, ma anche il piacere di vivere in un atmosfera.




 Mobili bianchi, piastrelle in ceramica smaltata, piani di lavoro in pietra, accessori in acciaio, sono elementi che richiamano il gusto delle cucine di una volta, da cui si recupera anche il sapiente uso della dispensa che ci permette di riporre comodamente molti oggetti riducendo il numero di pensili, per lasciar spazio invece a finestre e punti luce.




 La scelta del bianco fa sembrare lo stanza più spaziosa. L'eterogeneità dei materiali è ridotta al minimo con pochi elemeti a contrasto come l'acciaio e il legno mentre le superfici sgombre accentuano il senso dell' ordine.
Roberta Borrelli | makeyourhome.net

Posta un commento

Contact

© M Y H
Design by The Basic Page